Media

RESOCONTO DELLA VISITA DELLA DELEGAZIONE DEI NOTAI BOLOGNESI PRESSO LA CAMERA NOTARILE RUSSA DI NIZHNY NOVGOROD

Dal 18 al 21 ottobre 2012 una delegazione di notai bolognesi (Rita Merone, Monica Cioffi, Ilaria Montanari, Valerio Auriemma e Paolo Magnani) è stata ospite della Camera Notarile russa di Nizhny Novgorod.

L'incontro della delegazione dei notai di Bologna con i Colleghi russi in occasione del meeting 'How and where is a Russian notary' (Come e dove opera il Notariato Russo) è stato interessante, cordiale e vivace.

In particolare, la visita alla Camera Notarile di San Pietroburgo ha consentito un confronto sui temi dell'accesso, competenze, formazione, prospettive per il futuro.

E' emerso che i Colleghi russi non hanno al momento competenza esclusiva in tema di compravendita immobiliare e diritto societario, ma solo in tema ereditario ed auspicano in un riordino normativo che ridisegni le competenze per la certezza dei Registri Immobiliari che esistono su base federale.

All'apertura del Convegno era presente anche il Presidente della Federazione russa, la Signora Sazonova Mariya Ivanovna.

Durante il meeting è stato inoltre sottoscritto il protocollo di intesa  con  la Camera Notarile di Nizhny Novgorod.

Il Collega Valerio Auriemma ha illustrato la funzione del Notariato italiano in un breve, ma articolato, discorso sul tema 'Notariate in Italy: Sources, traditions, present' (Notariato in Italia: origini, tradizione e presente).

Il meeting, nell'arco di tre giorni, si è svolto in un clima di grande cordialità e collaborazione, nella comune speranza dell'affermazione e sempre maggiore diffusione del notariato a servizio del cittadino.

Un ringraziamento particolare per l'ospitalità da parte dei Colleghi della Camera Notarile di Nizhny Novgorod.

 

Rita Merone

REFERENTE PER LE ATTIVITA' DI COMUNICAZIONE

DEL CONSIGLIO NOTARILE DI BOLOGNA

 

+++++

 

APPREZZAMENTO PER LA VITTORIA DI OBAMA: GRANDE SFORZO IN QUESTI ANNI PER REGOLARE I MERCATI A TUTELA DELLE PARTI PIU' DEBOLI

Comunicato Stampa (*)

Roma, 7 novembre 2012 . Il Consiglio Nazionale del Notariato esprime grande apprezzamento per il risultato delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti che hanno visto la vittoria del Presidente Barack Obama. La speranza è che anche nel futuro prosegua lo sforzo operato negli anni passati dalla presidenza Obama di porre forti regole etiche davanti a comportamenti, giustificati da teorie iperliberiste, spregiudicati in materia finanziaria, proponendo una maggiore regolazione in chiave etica ed un controllo più rigoroso del mercato finanziario e dei mutui immobiliari.

L'interesse specifico espresso in questi anni dal Presidente Obama e dal Segretario di Stato Hillary Clinton sul punto è la dimostrazione, secondo il notariato, che gli interessi dei cittadini e le loro certezze giuridiche hanno la priorità su altri interessi.

Testimonia questa unione di intenti la presenza, richiesta dall'American Bar Association, di tre notai italiani nella task force con rappresentanti della Casa Bianca e della FBI istituita per trovare soluzioni efficaci ai problemi legati alla gestione delle identità digitali ed alla prevenzione delle frodi elettroniche legate anche al mercato immobiliare, che hanno portato tra l'altro alla falsificazione di migliaia di documenti preparati per favorire le espropriazioni dei beni dei debitori (foreclosure-gate and robosigning).

D'altronde il danno quantificato in USA da frodi immobiliari solo tra il 2005 ed il 2007 è stimabile in 112 miliardi di dollari; tra il 2007 ed il 2008 gli americani hanno perso più di un quarto del valore della loro ricchezza; a causa della presenza di titoli tossici i loro fondi pensione hanno perso 8.3 trilioni di dollari (8.300.000.000.000); il Fondo Monetario Internazionale ha calcolato che le banche mondiali abbiano subito un danno da 2.8 trilioni di dollari (2,800,000,000,000) con perdita di patrimonio e conseguente stretta creditizia sulla concessione dei mutui a famiglie ed imprese.

 

(*) I comunicati stampa del Consiglio Nazionale del Notariato sono pubblicati sul sito ufficiale www.notariato.it (Nota della Redazione).

 

+++++

 

Comunicato stampa

Bologna, 22 ottobre 2012 - Bologna e San Pietroburgo insieme sotto il segno del Sigillo. Quello notarile, per intenderci. Hanno optato per il notariato latino-germanico (e non per il modello anglosassone) i notai russi. Anzi, per mettere a punto al meglio la riforma dell'ordinamento notarile in atto in Russia, hanno chiesto una mano ai colleghi italiani con i quali recentemente hanno siglato un protocollo d'intesa a livello nazionale a inizio ottobre.

Questo lo spirito della missione a San Pietroburgo della delegazione tutta bolognese, che si è conclusa ieri.

L'obiettivo della visita, come quella precedentemente fatta dai notai russi a Roma, è stato quello di stringere un rapporto di collaborazione operativo per approfondire le procedure dell'ordinamento di civil law e del sistema di notariato italiano. A partire dal collegamento dei pubblici registri (immobiliare, registro delle imprese, catasto) e dell'infrastruttura tecnologica (Rete Unitaria del Notariato) che collega il Notariato con la pubblica amministrazione.

Hanno fatto parte della delegazione in vista a San Pietroburgo, alcuni notai che fanno parte del Gruppo comunicazione del Consiglio Notarile di Bologna: Rita Merone, Monica Cioffi, Ilaria Montanari, Valerio Auriemma, Paolo Magnani . Siamo orgogliosi - commentano - di essere un esempio per i sistemi giuridici internazionali, per la nostra capacità di adeguarci alle nuove necessità di globalizzazione. I notai russi hanno apprezzato il sistema di notariato italiano, modello di sinergia tra pubblico e privato, necessario in una società complessa'.

In una parola: legalità coniugata con efficienza a garanzia dei cittadini.

 

+++++

 

NOTARIATO: SIGLATO PROTOCOLLO DI INTESA ROMA-MOSCA

Comunicato Stampa (*)

Roma, 12 ottobre 2012 ' Si è conclusa con la sigla di un protocollo di intesa la visita formativa della delegazione del Notariato di Mosca, dedicata al tema: Atti notarili preparati in Russia e in Italia', presso il Consiglio notarile di Roma.

L'iniziativa, con la partecipazione del Consiglio Nazionale del Notariato, si è svolta in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, l'Agenzia del Territorio e la Camera di Commercio di Roma. Stefano Scalera, Direttore Generale Agenzia del Demanio, ha portato i ringraziamenti da parte dell'Agenzia e del Ministro dell'Economia e delle Finanze, Vittorio Grilli, per questa iniziativa di confronto e per l'opportunità di intervento dato all'Agenzia nel corso dei tre giorni di formazione.

L'incontro bilaterale ha avuto come punto d'arrivo la sottoscrizione dell'Agreement Draft between the Moscow Chamber and the Roma Notarial Council'. Tra gli intervenuti anche il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Michele Vietti.

E' in atto in Russia una riforma dell'ordinamento notarile sulla base di un sistema equilibrato che definisca le funzioni dei notai nei campi fondamentali dell'immobiliare e del societario. Obiettivo della visita a Roma è stato dunque quello di approfondire le procedure dell'ordinamento di civil law e del sistema di notariato italiano a partire dal collegamento dei Pubblici Registri (immobiliare, Registro delle imprese, Catasto) e dell'infrastruttura tecnologica (Rete Unitaria del Notariato) che collega il Notariato con la Pubblica Amministrazione.

Alla firma del protocollo, il Presidente della Camera notarile della città di Mosca (MGNP), Kostantin Korsik, ha dichiarato: Abbiamo constatato con grande interesse la stretta collaborazione tra Notariato e Enti Pubblici e la certezza giuridica che deriva da questa simmetria. L'economia in questa fase storica di mutamento, ha bisogno di certezze e il notariato italiano è senza dubbio un modello di certezza da esportare'.

'Siamo orgogliosi di essere un esempio per i sistemi giuridici internazionali, per la nostra capacità di adeguarci alle nuove necessità di globalizzazione - ha dichiarato Maurizio D'Errico, Presidente del Consiglio Notarile distrettuale di Roma, Velletri e Civitavecchia. - I Notai di Mosca hanno apprezzato il sistema di notariato italiano, modello di sinergia tra pubblico e privato, necessario in una società complessa. In una parola: legalità coniugata con efficienza a garanzia dei cittadini'.

 

(*) I comunicati stampa del Consiglio Nazionale del Notariato sono pubblicati sul sito ufficiale www.notariato.it (Nota della Redazione).

 

Studio Notarile Associato Torroni - Deflorian
Via Bruni n. 2 47121 Forlì FC Italy
Tel. +39 0543 370 730
Fax +39 0543 376 599
Email info@notaiotorroni.it

Partita Iva 03625750405
Atti immobiliari e mutui: cristina@notaiotorroni.it

Atti societari e cessioni d’azienda: daniela@notaiotorroni.it

Cessioni azienda, posteggi ambulanti, estratti e vidimazioni giulia@notaiotorroni.it

Dichiarazioni di successione, adempimenti registro imprese: danila@notaiotorroni.it

Contabilità,adempimenti, agenzia del territorio, copie atti: alberto@notaiotorroni.it

info & contatti

Accettazione trattamento dei dati personali : Privacy Policy
Dimostraci che sei una persona, la somma di


© 2019Studio Notarile Associato All right reserved.
Partita Iva 03625750405
Trattamento datiAvvertenze legaliAssicurazione professionalePrivacy e Cookies Policy
Development by